SISTRI


Noto con l’acronimo SISTRI, il Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti viene utilizzato anche dall’azienda Ravasio Nettezza Urbana per monitorare e informatizzare l’intera filiera dei rifiuti speciali. Attivo dal 2009, il progetto istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è utilizzato in tutta Italia e permette di ridurre notevolmente i costi burocratici legati allo smaltimento e al recupero dei rifiuti, garantendo al contempo trasparenza e prevenzione all’illegalità.

Tracciabilità dei rifiuti

sistema sistri
tracciabilità rifiuti urbani

La movimentazione dei rifiuti speciali, infatti, si compone di una serie di operazioni che vanno attentamente monitorate, per preservare il territorio ed evitare contaminazioni. Da alcuni anni enti e imprese, come appunto la Ravasio, che svolgono trasporto e stoccaggio rifiuti sono tenuti a compilare digitalmente i vari documenti (MUD, Registro di carico e scarico e FIR - Formulario di identificazione dei rifiuti) e a dotare i propri veicoli di alcune apparecchiature elettroniche come il trasponder (black box) e il token usb con software di autenticazione e firma elettronica. In questo modo vengono tracciati tutti i movimenti e gli spostamenti dei rifiuti raccolti.
Oggetto del monitoraggio sono soprattutto i rifiuti speciali pericolosi prodotti da aziende con più di 10 dipendenti. Rientrano in questa categoria di materiali di scarto, tra gli altri:

  • sterili contenenti sostanze pericolose e che possono generare acido;
  • rifiuti provenienti da trattamenti chimici e fisici di minerali;
  • fanghi di perforazione;
  • prodotti per trattamenti conservativi del legno con composti organici clorurati, organometallici e inorganici;
  • bagni di sgrossatura esauriti;
  • tinture e pigmenti;
  • perdite di olio;
  • filtri di argilla esauriti;
  • rifiuti contenenti mercurio;
  • acidi vari;
  • sali e loro soluzioni;
  • fondi e residui di reazione alogenati;
  • ceneri leggere di olio combustibile e polveri di caldaia;
  • olio di sentina della navigazione interna;
  • liquidi per freni.

La ditta di Cisano Bergamasco ha così installato sopra ogni veicolo e autocarro adibito al trasporto di queste merci un sistema satellitare interno che permette di controllare in qualsiasi momento la posizione dei rifiuti raccolti.

Share by: